skip to Main Content

Ricetta

Ravioli di pane con ricotta e asparagi

Ingredienti semplici come il pane ed il formaggio prendono vita in questo
“piatto povero” dai sapori autentici ed equilibrati.

Ingredienti

per 4 persone

Per l’impasto dei ravioli
250 g di mollica di pane raffermo
110 ml di acqua
q.b. di farina per spolverizzare

Per il ripieno

200 g ricotta di bufala Borgoluce
30 g Parmigiano Reggiano
300 g di asparagi bianchi e verdi
15 g burro
un filo d’olio extravergine d’oliva
foglioline di maggiorana
sale e pepe

Per servire

50 g di burro
foglioline di erbe aromatiche (timo/rosmarino)
scorza grattugiata di limone non trattato

Abbinamento

Bianco IGT dei Colli
Trevigiani Borgoluce

Procedimento

Comincia preparando la farcia e le punte

Lavora la ricotta in una ciotola insieme al parmigiano finemente grattugiato.
Lava gli asparagi, quindi pela i gambi. Tieni da parte un po’ di punte di quelli verdi per decorare il piatto.
Taglia i gambi degli asparagi in rondelle sottili, quindi tritale grossolanamente.
In una padella antiaderente fai scaldare il burro con un filo d’olio. Versa le foglioline di maggiorana e quando il tutto comincerà a sfrigolare aggiungi i gambi degli asparagi tritati.
Lascia insaporire per qualche minuto, quindi aggiungi un po’ d’acqua (o brodo vegetale) e porta a cottura su fiamma vivace. Non devo sfaldarsi ma intenerirsi. Regola di sale e pepe.
Una volta freddi, strizzali (conserva i succhi di cottura) e versali nel composto di ricotta.
Aggiusta di sale e pepe quindi tieni da parte.
Lessa in poca acqua salata bollente le punte degli asparagi verdi per 2 minuti, quindi scolale ed immergile subito in una ciotola contenente acqua freddissima, così resteranno belle verdi brillanti.

Mentre il ripieno riposa, prepara l’impasto

Sbriciola la mollica del pane sfregandola in una ciotola capiente, poi unisci l’acqua e impasta per qualche minuto fino ad ottenere un panetto omogeneo e compatto. Termina di lavorarlo sul piano di lavoro spolverizzato con un po’ di farina.

Forma una palla, poi stendila tra due fogli di carta forno aiutandoti con un matterello nello spessore di circa 2 mm.
Se l’impasto ti sembra eccessivamente appiccicoso spolverizza la carta e il panetto con un velo di farina e continua a stendere. Con un coppapasta (tondo o con le cappe è indifferente – puoi usare anche uno stampino da crostatina) diametro 9 cm ricava dei dischetti (dovresti ottenerne circa 16) impastando di volta in volta i vari ritagli e stendendo nuovamente.

Confeziona i ravioli di pane alla ricotta e asparagi

Dosa nel mezzo di ogni disco una noce di farcia (circa 16/18 g) e inumidisci con le dita bagnate l’estremità del raviolo. Poi, tenendolo il raviolo tra le dita di una mano, sigilla bene con l’altra l’impasto di pane intorno alla farcia. Sarà più semplice se partirai dalla sommità per poi scendere.

Cuoci i ravioli e componi il piatto

Prepara il burro nocciola: in una pentolina in acciaio dal fondo spesso versa il burro e poni su fuoco medio. Inizierà a formarsi della schiuma che poi diminuirà. Frusta il composto finché inizierai a veder comparire delle piccole macchioline marroni. Per evitare che brucino, leva subito la pentola dal fuoco e versa il tutto, attraverso un colino, in un bicchiere.
Aggiungi i succhi di cottura degli asparagi al burro nocciola e tieni da parte.

Cuoci i ravioli al vapore per alcuni minuti o, in alternativa, piastrali come si fa con i gyoza: in una pentola molto larga versa un filo d’olio. Quando sarà caldo adagia i ravioli e lascia che rosolino bene da un lato, quindi capovolgili con delicatezza e prosegui con l’altro lato.
Aggiungi un goccio d’acqua (attenzione che potrebbero formarsi schizzi) e chiudi con coperchio al fine di ultimare la cottura che sarà rapida.

Servizio

Servi i ravioli irrorandoli con il burro nocciola e aggiungi un trito di erbe aromatiche, scorza di limone grattugiata e fiori eduli a piacere.
Accompagna con il Bianco IGT dei Colli Trevigiani Borgoluce

Ricotta di bufala e Bianco IGT della Marca Trevigiana Borgoluce: un tributo ai piaceri semplici ma autentici.

C’è qualcosa di profondamente rassicurante nell’abbinare pane e formaggio, specialmente se quest’ultimo è prodotto con un latte di grande qualità.

La ricotta Borgoluce è un latticino di grande sapore, risultato della mungitura di bufale forti, sane e pacifiche che vivono in ambienti areati e puliti: bestie curiose ma allo stesso tempo timide, con occhi grandi e vivaci che sbucano sotto un folto ciuffo di color marrone bruciato.
Raccogliamo il loro latte nelle stalle per lavorarlo subito dopo nel nostro caseificio, preservandone così tutte le meravigliose caratteristiche organolettiche. Il suo colore è bianco opaco e risulta particolarmente gustoso rispetto a quello di mucca perché ricco di proteine ad alto valore biologico e di preziosi elementi antiossidanti e nutritivi, come il calcio, il fosforo e il magnesio.

Affondando il cucchiaio nella sua pasta, si percepisce la particolare consistenza soda e cremosa: una ricotta dal sapore dolce e consistente, adatta a moltissime preparazioni dolci e salate, benché la sua virtù più grande sia quella di valorizzare, con grazia ed equilibrio, qualsiasi verdura.

I ravioli alla pasta di pane, ricotta di bufala e asparagi sono un tributo a questo matrimonio perfetto.
Una pasta ripiena di rapida fattura, che esalta il valore delle pregiate primizie locali ma non dimentica l’importanza del recupero di ciò che, un tempo, non si sarebbe buttato mai: il pane.

Suggeriamo di accompagnare questo piatto, che racconta la bellezza di un piacere semplice di cui godere in compagnia, con un vino che è espressione del territorio: il Bianco IGT dei colli trevigiani Borgoluce, apprezzabile per la sua minerale freschezza ingentilita da sfumature mielose e toni aromatici d’ananas e fiori bianchi.

Back To Top
×Close search
Cerca

Borgoluce shop consegna in tutta la provincia di Treviso. Possiamo spedire vini in tutta Italia attraverso il nostro sito Prosecco Borgoluce